Sport, i successi arrivano da Oasi Danze

Sport, i successi arrivano da Oasi Danze

In una triste domenica segnata dalla scomparsa di una leggenda del basket come Kobe Bryant che ha sconvolto tutto il mondo, le uniche soddisfazioni per lo sport targato Iopgroup arrivano dalla danza, in particolare dagli atleti che hanno rappresentato Oasi Danze nei vari campionati in giro per il mondo. Iniziamo con il campionato slovacco 2020, grande successo hanno riscosso Giada Cragnolini e Dusan Grula, la coppia d’oro di Oasi Danze che ha ottenuto un prestigioso secondo posto nella categoria 10 danze standard latini classe internazionale. Giada e Dusan con la loro straordinaria performance hanno incantato e trascinato il pubblico presente sfiorando l’impresa e un primo posto che sarebbe stato più che meritato, ma l’appuntamento con la vittoria è solo rimandato.Ottimo risultato anche in Estonia per l’altra coppia della scuola di ballo targata Iopgroup formata da Mauro e Annette che si sono classificati al sesto posto nella categoria under 21 di danze latine. Particolare soddisfazione per Mauro, gemonese doc trasferitosi in Estonia, alla sua prima esperienza internazionale.

Le note dolenti stavolta arrivano dal calcio. Prima sconfitta tra le mura amiche per la formazione di Attilio Tesser superata da un ottimo Pescara che ha meritatamente vinto la gara trovando un Pordenone calcio in giornata negativa. I neroverdi rimangono comunque secondi in classifica e ancora in piena corsa per obiettivi importanti, una sconfitta che si spera rimanga un episodio isolato e che non dovrebbe avere particolari ripercussioni psicologiche.

Brutto passo indietro per l’Udinese calcio di Gotti sconfitta da un Parma non irresistibile che ha approfittato degli errori e delle ingenuità difensive dei bianconeri in particolare nel primo tempo. L’Udinese si è svegliata tardi, nella ripresa tante le occasioni create da parte dei friulani che non sono riusciti a concretizzare l’importante mole di gioco creata. Udinese con il mal di gol quindi, un problema da risolvere al più presto ma la distanza dalla zona rossa della classifica resta abbastanza rassicurante (+9).

Domenica sera al Friuli arriverà un Inter arrabbiata e non particolarmente tranquilla a causa dei recenti risultati. Contro i nerazzurri servirà la classica partita perfetta da parte della formazione di Gotti per cercare di ottenere un risultato positivo. L’Udinese ha già dimostrato di essere in grado di giocarsela contro qualsiasi avversario sarà però fondamentale evitare certi errori e certe ingenuità perché avversari di questo livello non perdonano.

Pareggio che vale oro per un’altra squadra targata Iopgroup, i Madracs Udine, contro Coco Loco Padova (5-5 risultato finale).

Concludiamo il consueto articolo del lunedì sportivo con questa frase di Charles Barkley, ex-superstar dei Phoenix Suns ” Solo Dio può fermare Kobe Bryant” , ma le leggende non muoiono mai.