Sport Iopgroup, voglia di ripartenza nel rispetto delle norme

Sport Iopgroup, voglia di ripartenza nel rispetto delle norme

E’ tempo di ripartenza anche per il mondo dello sport, le formazioni targate Iopgroup sono pronte a ripartire dopo il lungo periodo di pausa forzata a causa del Covid-19.

C’è chi avrà la possibilità di ripartire subito (Udinese e Pordenone) e chi invece dovrà aspettare ancora un po’ almeno per quanto riguarda le gare ufficiali, non previste ancora per alcuni sport e categorie.

Il Comitato tecnico-scientifico della Protezione civile ha invitato i giocatori al “rigoroso rispetto” delle norme di prevenzione per ridurre al minimo il rischio contagio.

La novità introdotta sulla quarantena arriva a poche ore dalla ripresa del calcio giocato. La quarantena individuale di un eventuale giocatore o membro dello staff risultato positivo, e non più quello dell’intera squadra, rende di fatto il protocollo uguale a quello adottato in Bundesliga.

Secondo le nuove disposizioni in caso di positività al Covid infatti ad essere posto in isolamento sarà solo il giocatore positivo mentre il resto del gruppo sarà sottoposto a tampone per accertare se ci sono altri contagi. La modifica alla quarantena dà maggiori garanzie alle squadre di non fermarsi permettendo al campionato di proseguire.

Il mondo professionistico del calcio è pronto a partire, anzi le gare di Coppa Italia hanno già inaugurato questa “nuova” stagione, ma la sensazione è che la mancanza del pubblico con partite a porte chiuse possa condizionare molto i calciatori e tutti gli addetti ai lavori che assieme ai tifosi sono i veri protagonisti del mondo del pallone.

Al momento non è possibile sapere quando sarà consentito ai tifosi gremire nuovamente gli spalti, certo è che senza tifosi non è calcio, ma il fatto di rivedere i calciatori tornare a sfidarsi sui vari campi di gioco è già motivo di soddisfazione, un segnale di ripartenza importante, un primo passo verso l’auspicata normalità che ci si augura ritorni al più presto.

L’Udinese di mister Gotti arriva a questo appuntamento con grande voglia di ritagliarsi un ruolo da protagonista in queste dodici gare rimanenti, la posizione in classifica non fa dormire sonni tranquilli ai tifosi bianconeri ma la squadra friulana ha tutte le qualità per poter raggiungere la salvezza e chiudere dignitosamente la stagione.

Sarà in grado l’Udinese di giocarsi al meglio questo finale di stagione o la lunga sosta potrà condizionare le gambe e la testa dei giocatori bianconeri? Sarà solo il campo a dircelo ma una cosa è certa, l’Udinese non può permettersi una falsa partenza, il calendario particolarmente impegnativo e la classifica non consentono distrazioni.

Il Pordenone invece ha vissuto un periodo non particolarmente tranquillo a causa della “questione” stadio che ha portato al trasloco dei neroverdi in terra triestina. Il Rocco di Trieste ospiterà le gare casalinghe della squadra di Lovisa che cercherà di giocarsi con grande intensità e determinazione questa fase finale della stagione con il prestigioso obiettivo dei playoff.

L’annata dei neroverdi resta di alto livello, la classifica permette ancora di sognare, tutto è ancora possibile, sarà interessante verificare in quali condizioni fisiche e mentali si presenterà la formazione di Tesser nella prima gara ufficiale contro il Venezia.

Per quanto riguarda invece il mondo della danza, un altro partner importante di Iopgroup è Oasidanze la scuola che da anni si occupa di ballo in tutti i suoi effetti.

Anche questa importante realtà friulana ha sofferto per questa lunga pausa forzata ma gli allievi di Oasidanze sono pronti a ripartire con ancora più entusiasmo e voglia di ballare anche se al momento con delle limitazioni  rispetto a prima.

La ripresa degli allenamenti è stata in questo caso individuale, unica eccezione rappresentata dai congiunti che possono ballare insieme in spazi adeguati.

In questo momento di incertezza anche per quello che riguarda la ripresa dei campionati a livello nazionale e internazionale Oasidanze sta sperimentando una nuova metodologia di allenamento mirata al maggior controllo del corpo e dell’equilibrio , un aspetto che in tempi normali veniva solitamente trascurato, una tipologia di lavoro usata da sempre ma poco “coltivata”.

Un altro importante aspetto su cui lavorare è quello psicologico con l’obiettivo di ricreare le condizioni per permettere agli atleti  di rimettersi in gioco dopo tre mesi di inattività con la speranza che il circus della danza sportiva nel mondo riparta al più presto possibile.

Per quanto riguarda invece il mondo della pallavolo, Iopgroup è sponsor ufficiale della Rizzi Volley, questo il pensiero del presidente Gianfranco Ingenito riguardo a questo periodo particolare: “ Il presente lo viviamo con molta attenzione per quanto riguarda i protocolli definiti dal governo, ma con anche tantissimo entusiasmo perchè rivedere le ragazze e farle fare in qualche modo qualcosa che a loro piace per noi non può che essere sintomo di soddisfazione.

Per il nuovo anno sicuramente saremo pronti per la serie B2 con la prima squadra e l’obiettivo rimane sempre la salvezza. Con il settore giovanile invece siamo convinti di poter toglierci qualche soddisfazione. Ad oggi abbiamo circa 200 ragazze e 11 squadre.”

Anche i nostri IopMadracs Udine si preparano a ripartire nelle prossime settimane.