Telelavoro ad Udine a distanza con IopGroup è possibile

Telelavoro ad Udine a distanza con IopGroup è possibile

In tempi di Coronavirus anche e soprattutto le aziende stanno prendendo importanti decisioni per cercare di reagire a questo momento di panico e immobilismo generale.

Twitter ad esempio sta incoraggiando tutti i suoi dipendenti a lavorare da casa se sono in grado di farlo. In un post sul suo blog, la compagnia spiega che l’obiettivo è “abbassare la probabilità di diffusione del coronavirus per noi e per il mondo intorno a noi”. La decisione, scrive Twitter, è presa in eccesso di cautela. Gli edifici resteranno comunque aperti per i lavoratori che preferiscono o hanno bisogno di lavorare in ufficio.

Il telelavoro è invece obbligatorio per i dipendenti della società con sede a Hong Kong, Giappone e Corea del Sud, “in parte a causa di restrizioni governative”.

Giampiero Castano, uno dei più grandi esperti in Italia di relazioni industriali e sociali, appassionato studioso di sociologia del lavoro, ha chiarito il concetto di Smart Working in una intervista a businessinsider.com: “Intanto bisogna intendersi sul concetto di Smart Working, che non va confuso con il semplice lavoro da casa, ma presuppone un’organizzazione che permetta di lavorare da remoto con flessibilità di impegno e orari, con strumenti adeguati, in condizioni scelte dal lavoratore.”

Poi aggiunge: “ Ora è evidente che per potere diffondere con successo questa diversa modalità di lavoro  serve un cambiamento del paradigma culturale delle figure apicali in azienda, insomma delle persone chiamate a gestire gli smart workers. Per realizzare il cambiamento servono risorse.

Risorse per investimenti in sistemi e piattaforme informatiche, ma soprattutto risorse per la formazione di manager e quadri, perché la cosa più difficile non è l’upgrading tecnologico, ma cambiare la mentalità di quella parte del management che ancora deve superare la cultura della presenza”.

Telelavoro, non più un “lusso” ma una necessità. E’ questo il maxi “esperimento” – così lo ribattezza Bloomberg – che si sta consumando nel mercato del lavoro del Paese alle prese con il coronavirus che vede i centro urbani trasformarsi in città fantasma. Migliaia di aziende stanno tentando affannosamente di mantenere le attività attraverso modalità alternative: il telelavoro è fra queste.

L’invito rivolto alle aziende italiane è di ricorrere al più presto a soluzioni di Smart Working e videoconferenza per consentire ai propri dipendenti di lavorare da remoto con strumenti di collaborazione virtuale e garantire la continuità dei flussi operativi aziendali.

La videoconferenza rappresenta una formidabile soluzione per continuare ad incontrare in modo virtuale le persone in ogni parte del mondo, evitando ogni rischio di contagio da Coronavirus

Iopgroup azienda di Udine (Friuli Venezia Giulia) in questo senso si è già organizzata da tempo grazie a nuove tecnologie per comunicare e collaborare con chiunque. Se stai cercando di scoprire come la videoconferenza può essere utile alle aziende per continuare ad incontrare le persone in ogni parte del mondo, evitando ogni rischio di contagio, puoi rivolgerti a noi di Iopgroup per trovare la soluzione migliore e una risposta immediata alle tue domande ed esigenze lavorative. Abbiamo adottato anche noi queste tecnologie per permettere ai nostri lavoratori di lavorare a distanza senza problematiche.

Con IopGroup accendi la webcam e spegni la paura!

 

💻 RICHIEDI INFORMAZIONI 💻