Ufficio, la guida sull’abbigliamento da lavoro

Ufficio, la guida sull’abbigliamento da lavoro

Ufficio, la guida sull’abbigliamento da lavoro

Qual è il look giusto da indossare in ufficio? Sono molte le donne o anche gli uomini che si chiedono quale sia lo stile giusto da indossare in ufficio. Ovviamente la risposta varia a seconda del vostro impiego. L’argomento è alquanto spinoso, e in alcuni ambiti lavorativi vigono delle regole severe su ciò che si può o non si può indossare. Alcune aziende impongono ai propri dipendenti dei veri e propri codici di comportamento, che includono: limitatezza dei colori, niente scollature e linee severe.

Le donne hanno una vasta scelta di capi di abbigliamento e accessori, ma non tutti vanno bene per presentarsi a lavoro e spesso ciò che secondo la moda è un capo di abbigliamento must have è severamente vietato per recarsi in ufficio; per farvi un esempio pensate agli shorts, i pantaloncini cortissimi, ecco con quelli è preferibile non presentarsi mai sul luogo di lavoro.

Ci sono professioni che richiedono un abbigliamento da lavoro specifico: camici per l’ospedale, gilet ad alta visibilità, guanti e tute monouso. Chi lavora davanti ad una scrivania invece non ha obblighi precisi su come vestirsi in ufficio: la scelta ricade sul suo gusto personale, a volte adeguato, spesso invece del tutto discutibile.

E’ fondamentale essere sempre puliti e in ordine. E’ vietato presentarsi a lavoro con abiti macchiati, scuciti, stropicciati. Basta farlo una sola volta per essere additato per sempre come una persona sciatta e trasandata. Controllare come si veste il boss sembra un dettaglio ma il dress code di un ufficio è dettato da chi comanda, per cui verificando il suo abbigliamento possiamo capire fino a che livello di informalità possiamo spingerci. E’ importante vestirsi sempre come se si dovesse incontrare un cliente. Questo must aiuta ad evitare abiti troppo sportivi, come tute, felpe e leggins. Sì ai jeans, purchè siano di colore scuro (neri o blu) e non abbiano strappi o effetto consumato.

Come vestirsi in ufficio nella stagione estiva e in quella invernale?

In estate è più difficile mantenere uno stile formale ma casual, perché l’arrivo del caldo spinge tutti a dimenticare a casa giacche, pantaloni e maglie accollate. Invece è proprio questa la stagione migliore per sfoggiare abiti colorati ma freschi, magari con un copri spalla per ripararsi dall’aria condizionata dell’ufficio.

Nell’outfit da ufficio per l’estate non può mancare una camicia bianca, un grande classico, immancabile negli armadi sia delle donne che degli uomini. Da usare da sola, in cotone è perfetta in ogni occasione, con i jeans o con un pantalone chiaro o scuro. Non può mancare un abito di lino, valido sia per gli uomini che per le donne. Il lino è un tessuto che permette di stare freschi, senza rinunciare ad un tocco di stile.

In inverno è più semplice trovare l’abbigliamento adeguato per l’ufficio, perché in generale i vestiti sono più scuri e si tende a coprirsi di più. Anche in questo caso però ci sono dei must have irrinunciabili, che ciascuno dovrebbe tenere nel proprio armadio. Il tailleur per la donna che sia composto da un tubino classico, da una gonna o da un pantalone, l’importante è che sia un completo comprensivo di giacca, per le occasioni più formali. Non possono mancare la giacca e la cravatta per l’uomo. Anche se il contesto professionale non lo richiede, è buona norma tenere in ufficio una giacca e una cravatta di scorta, per poter essere pronti anche in caso di riunioni improvvise. I pantaloni scuri poi , sia per l’uomo che per la donna sono perfetti in ogni occasione e rendono elegante qualunque altro capo di abbigliamento indossiamo. Camicia bianca e pantaloni neri è un abbinamento perfetto per un look da ufficio impeccabile!